Loading...

Terremoto di applausi: “Commerciante viene acclamato da tutti con questa lettera scritta su fb”

CONDIVIDI SU:

“Lo Stato ha vinto, chiudo la partita Iva e…” – così inizia la “lettera” di sfogo pubblicata sul profilo di un commerciante di cui non siamo riusciti a conoscerne l’identità, sicuramente un commerciante come tanti stufo e amareggiato per questo Governo e i precedenti che invece di aiutare i commercianti che sono di fatto il motore dell’intera Nazione, li massacra portandoli all’abbandono dell’attività e addirittura al suicidio.

Ecco la “lettera” completa trovata sul web:

“LO STATO HA VINTO, CHIUDO LA PARTITA IVA E…”

1. non dovrò più umiliarmi in banca per spiegare che il mio bilancio fa schifo, non perché non so lavorare ma perché i clienti non pagano.

2. non dovrò più essere costretto ad usare i fidi bancari a tassi osceni.

3. non dovrò più pagare quote associative ad associazioni che alla fine dei conti ti aiutano solo ad adempiere agli obblighi.

4. non dovrò più pagare il commercialista e il consulente del lavoro.

5. non dovrò mai più pagare avvocati.

6. non dovrò più comprare marche da bollo da 14,62 e poi da 16,00 per il libro giornale e il libro inventari.

7. non dovrò più pagare il canone per le licenze dei software.

8. non farò più la comunicazione dati iva.

9. non farò più la dichiarazione modello unico e non pagherò più l’irpef.

10. non farò più la dichiarazione irap e non pagherò più l’irap.

11. non pagherò più gli f24 per l’inps e l’inail.

12. non dovrò mai più richiedere un durc.

13. non dovrò mai più pagare la cassa edile.

14. non farò più lo spesometro.

15. non farò più gli studi di settore.

16. non dovrò più mandare lettere per la tutela della privacy e redigere il documento programmatico.

17. non dovrò più andare a fare il corso pronto soccorso e corso antincendio.

18. non dovrò mai più sentire parlare di sistri e di registro rifiuti.

19. non avrò più bisogno di pagare manutenzioni di stampanti e computer.

20. non dovrò più chiedere la fattura quando vado a mangiare una pizza.

21. non dovrò più tenere tutti gli scontrini di qualsiasi acquisto.

22. non dovrò più andare all’agenzia entrate.

23. non dovrò più lottare contro l’agenzia dell’entrate riscossioni.

24. non dovrò più svenarmi per pagare i finanziamenti.

25. non dovrò più passare notti in bianco per pensare come fare per pagare i miei dipendenti perché grazie a voi li ho dovuti tutti licenziare ed ora tocca a te stato dargli un posto di lavoro visto che hanno famiglia e mutui da pagare.

26. non dovrò più subire la gogna di processi penali con il giudice di fronte e la gabbia a destra, solo perché a volte ho dovuto decidere se pagare gli stipendi o i contributi perché non avevo alternativa.

27. non dovrò vivere più con l’ansia giornaliera del postino che mi stava distruggendo la salute o aprire la pec che è diventata la nostra roulette russa … oggi sarò vivo o affondato? Ora venite tutti a prendere gli immobili, venite pure la porta è aperta! Lo Stato e le banche vogliono i muri?? Che se li prendano. Vendete all’asta quello che volete, la porta è aperta! Decreti ingiuntivi, atti di precetto, ipoteche, sequestri, pignoramenti, fate pure! La porta è aperta. PORTATE VIA TUTTO, SVENDETE TUTTO ne avete diritto con i titoli esecutivi e non dimenticate di dare ai miei dipendenti che per me era come una famiglia il reddito di cittadinanza perché hanno mutui da pagare, figli da crescere e far studiare. Io mi fermo qua. Si parla di piccola media impresa, è bugia, in Italia non esiste la piccola media impresa, in Italia il 95% sono micro imprese, e tolta qualche eccezione sono tutte indebitate con il fisco. Senza un reset dei debiti, delle regole fiscali e adempimenti burocratici per le micro imprese, sarà difficile ripartire e la disoccupazione sarà destinata ad aumentare e le spese del welfare in continuo aumento.

Trascritta da Fabrizio Greco per Oggi 24 Ore


CONDIVIDI SU:
Loading...

I commenti sono chiusi.