Scatta la multa fino a 50.000 € per chi versa sul proprio conto corrente anche cifre bassissime

Controlli e multe molto salate possono scattare in seguito a versamenti di denaro sul proprio conto corrente già da cifre bassissime.

I versamenti sul proprio conto corrente da oggi devono essere effettuati in maniera oculata ed attenta. Erroneamente, infatti, si pensa spesso che i controlli possano riguardare soltanto i movimenti in uscita dal nostro conto corrente. Le cose, invece, non stanno così.

Anche quando si versano dei soldi nel proprio conto corrente, infatti, bisogna fare attenzione per non incorrere in multe che possono essere molto salate.

Siamo liberi di versare tutto il denaro che vogliamo sul nostro conto bancario però dei movimenti frequenti e soprattutto di importi cospicui possono insospettire l’Agenzia delle Entrate che potrebbe quindi procedere effettuando dei controlli per verificare che i soldi versati non provengano da attività illecite.

Pare che il campanello d’allarme scatti all’Agenzia delle entrate già sopra i 2000 euro arrivando, in caso di accertata attività illecita, anche a multe molto salate, che arrivano fino a 50.000 euro.

Il correntista potrebbe essere chiamato dall’Agenzia delle Entrate a fornire delle motivazioni di quei versamenti e a giustificare la provenienza di quelle somme. Il Fisco, infatti, dovrà escludere che quei versamenti siano il frutto di lavoro in nero o in generale prestazioni che non vengono fatturate. Potrà essere richiesto da dove proviene il denaro che si sta versando, anche se arriva da un conto intestato a noi stessi.

E’ bene, quindi, tenere a mente che bisogna fare particolare attenzione agli importi versati sul proprio conto corrente per evitare controlli e sanzioni davvero spiacevoli ed onerosi.

Una piccola attenzione che può, però, risultare particolarmente utile a chi fa spesso dei prelievi e di conseguenza potrebbe più facilmente essere soggetto a questo tipo di accertamento e di conseguenza a delle sanzioni.

Aggiungi ai preferiti : permalink.