Ritornano ‘Le Sardine’: “Ci avevano dati per morti, ma ora ritorniamo a mettere al centro la politica”.

“Da Casa Matteotti a Casa Pertini: 2.000 km per riscoprire i valori della politica. La politica non è solo propaganda. Per questo il 23 luglio partiremo alla scoperta di un’Italia che va al voto per poter parlare di luoghi, di persone, di temi, di diritti. Lo facciamo perché vogliamo che siano i territori a raccontarsi e per dimostrare che esiste un modo di fare politica diverso, lontano dai nomi, dalle strategie social e dagli accordi di palazzo”.

Il movimento delle Sardine ha annunciato su Facebook che dal 23 al 28 luglio si terrà il loro tour nelle regioni in cui si voterà a settembre.

“Fratta Polesine-Padova-Pesaro-Acquasanta-Arquata del Tronto-Marina Palmense-Lecce-Cassino-Grosseto-Pisa-Genova-Stella: queste le tappe confermate fino ad oggi. Non è un tour elettorale, ma un tour politico”, hanno sottolineato.

“Non si parla di nomi o di alleanze, ma di visioni, di persone, di comunità. Un filo rosso che esalta e racconta il tessuto sociale e che ricuce distanze geografiche, sociali ed ideologiche. Chiunque si vorrà unire potrà farlo, per una tappa, per un appuntamento, per tutto il tour. Troverà accoglienza, ascolto e prossimità. Abbiamo bisogno del vostro aiuto per raccontare e scoprire un’Italia diversa, ci serve un piccolo budget iniziale per coprire i costi di organizzazione e per consentire di partecipare anche a chi non può permetterselo”, conclude la nota.

“Ci hanno dati per morti, ma siamo stati il primo movimento politico apartitico ad aver organizzato una manifestazione in piazza a Bologna dopo il lockdown, ora invece vorremmo ritornare a mettere al centro della bagarre elettorale la politica”, hanno assicurato le sardine in un’intervista a “Repubblica”. (Fonte: https://www.notiziapolitica.it/regionali-le-sardine-in-tour-dal-23-al-28-luglio-ci-hanno-dati-per-morti-ma-ora-ritorniamo-a-mettere-al-centro-della-bagarre-elettorale-la-politica/)

Guarda il video:

Aggiungi ai preferiti : permalink.