Positivo al Coronavirus con tosse e febbre gira per mezza Italia dal 23 giugno

Ancora una vicenda assurda legata al Coronavirus e a soggetti che pur essendo tenuti alla quarantena fiduciaria di due settimane, perché provenienti da Paese estero, si muovono come se niente fosse per mezza Italia.

Nel caso specifico, addirittura si parla di un soggetto che avrebbe avuto sintomi come tosse e febbre e che non si sarebbe preoccupato troppo di segnalarli. L’uomo, un cittadino del Bangladesh, è stato fermato nelle scorse ore a Roma Termini.

In realtà, rientrava da un viaggio attraverso l’Italia, ma si è giustificato spiegando di non essere entrato in contatto con troppe persone. L’uomo sarebbe arrivato in Italia il 23 giugno. A quel punto, era tenuto all’isolamento su base volontaria, un meccanismo che si fonda tutto sulla fiducia. In realtà, avrebbe preso un taxi per spostarsi da Roma a Milano Marittima.

L’uomo ha assicurato che al di là del tassista non avrebbe avuto contatti. Peccato che sia rimasto in macchina con lui per ore, ma non solo. Infatti, è stato possibile accertare che l’uomo si sarebbe spostato a Rimini e quindi a Falconara, in provincia di Ancona. Ieri, è stato individuato il 7 luglio dalla Polfer a Roma Termini. Risultato positivo al tampone, è stato ricoverato al Policlinico Umberto I. (Fonte: https://www.viagginews.com/2020/07/09/coronavirus-positivo-tosse-febbre-mezza-italia/)

Aggiungi ai preferiti : permalink.