Botti di Capodanno: “In diverse città italiane multe da 500euro per chi li fa esplodere dalle 00:00 dell’01/01/20 alle 23:59 del 06/01/20”

CONDIVIDI SU:

Vietati i botti di Capodanno: “Tuteliamo sicurezza dei cittadini”. Così dichiara la sindaca di Roma Virginia Raggi.

Non sarà possibile far esplodere alcunché, tranne bengala, fontane per torte, bacchette scintillanti, trottole e girandole luminose. “I botti e le esplosioni rischiano di provocare incendi incontrollati, danni al patrimonio storico ed archeologico di Roma Capitale ed hanno anche effetti negativi sugli animali domestici”.

Sono previste multe da 500 euro per chi infrange il divieto e il sequestro amministrativo di tutto il materiale esplodente. Unici esclusi dal divieto sono bengala, fontane per torte, bacchette scintillanti, trottole e girandole luminose. L’ordinanza del Comune di Roma sarà valida dalle 00:01 del 31 dicembre 2019 alle ore 24:00 del 6 gennaio 2020.

Il provvedimento della sindaca Virginia Raggi arriva a poco più di 24 ore di distanza dallo scoccare della mezzanotte del 31 dicembre.

Già da settimane questo provvedimento era nell’aria: e dopo altre città in Italia, adesso è la volta di Roma di vietare i botti della festa di Capodanno. Soprattutto negli ultimi giorni si erano fatte sempre più pressanti le richieste delle associazioni animaliste, preoccupate per gli effetti nefasti che i botti hanno sugli animali, dotati di un udito molto fino. In molti fuggono mentre in tanti, purtroppo, muoiono. Sono soprattutto gli animali selvatici a risentire gli effetti dei fuochi d’artificio: non avendo una casa dove ripararsi, infatti, possono avere dei veri e propri attacchi di panico che nei casi più gravi portano anche alla morte.

Aggiungi ai preferiti : permalink.