Allerta meteo importante: tutte le zone e le regioni che saranno colpite da bombe d’acqua

Il meteo ha subito in queste ore un deciso peggioramento. Un furioso blitz di temporali sta colpendo alcune aree del Nord,segnatamente i comparti della Lombardia dove si segnalano fin dal primo mattino forti disagi in Lombardia, specie nell’area Nord di Milano, a causa di intensi nubifragi e conseguenti allagamenti (Seveso esondato).

Altri temporali sono in corso sul nord del piacentino, sul bresciano e su molti tratti del comparto alpino e prealpino centro-orientale. Il resto del Nord sta vivendo una situazione d’attesa, ma il peggio arriverà nelle prossime ore.

L’evoluzione vedrà una maggiore estensione dei fenomeni temporaleschi anche al resto delle regioni settentrionali specie tra Lombardia, basso Piemonte, Emilia Romagna e a seguire su tutto il Triveneto. Nelle prime ore del pomeriggio alcuni rovesci temporaleschi si spingeranno inoltre verso le zone del Centro specie su alta Toscana, Marche, Umbria e fino ad alcuni tratti dell’Abruzzo in particolare le aree appenniniche.

Attenzione al contrasto tra il caldo-umido preesistente e l’aria più fresca attesa in quota, un mix davvero esplosivo capace di generare importanti celle temporalesche accompagnate da violenti colpi di vento, intensi nubifragi e locali grandinate di grosse dimensioni.

Sempre nel corso del pomeriggio ci attendiamo invece un miglioramento a partire dai comparti del Nordovest in estensione verso sera anche a quelli del Nordest dove tuttavia qualche rovescio si attarderà fino a sera sui comparti costieri veneti ed emiliano-romagnoli. In serata andrà comunque rapidamente migliorando il meteo anche al Centro.

Vi segnaliamo inoltre che, sulla base dei fenomeni previsti, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso per la giornata di Venerdì 24 Luglio allerta arancione su Emilia– Romagna e sulla Lombardia per rischio temporali. Allerta gialla per rischio idraulico e idrogeologico su Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Marche, Piemonte, bacini settentrionali della Toscana, Provincia autonoma di Trento, Umbria, Veneto e sul resto della Lombardia.

Aggiungi ai preferiti : permalink.